Città di Fermo

Città di Fermo

portale istituzionale del Comune di Fermo

Cataloghi e Banche dati

La Biblioteca civica di Fermo è Biblioteca Centro Sistema della rete SIP (Sistema Interprovinciale Piceno): Polo SBN di trenta biblioteche del territorio fermano ed ascolano. Accedendo a OPAC si ha inoltre l'opzione di ricerca diretta su ogni singola biblioteca.

Tra le catalogazioni presenti nell’OPAC si rintracciano le descrizioni bibliografiche delle edizioni del cinquecento corredate da immagini del frontespizio e del colophon. A partire dalla registrazione bibliografica nel catalogo a questo indirizzo, con un semplice link si accede alle immagini scansionate


La Biblioteca è presente nei seguenti cataloghi:
IGI:

Indice Generale degli Incunaboli delle Biblioteche d'Italia: repertorio nel quale sono state individuate e localizzate tutte le prime opere a stampa (dal 1450 al 1501) presenti nelle biblioteche italiane.

EDIT 16:

Censimento nazionale delle edizioni italiane del XVI secolo, che ha lo scopo di documentare la produzione italiana a stampa del XVI secolo e di effettuare la ricognizione degli esemplari a livello nazionale.

SBN:

OPAC del Servizio Bibliotecario Nazionale

BDI (BIBLIOTECA DIGITALE ITALIANA):

Programma nazionale coordinato dalla Direzione Generale per i Beni Librari e gli Istituti Culturali del Ministero per i Beni e le Attività Culturali per la promozione ed il coordinamento delle attività di digitalizzazione del patrimonio bibliografico italiano.

La Biblioteca Spezioli partecipa con il catalogo storico a schede ed ha attualmente in corso il riversamento del catalogo del fondo miscellaneo.
In tale modalità i cataloghi storici della biblioteca in formato cartaceo sono visibili e consultabili sul sito ministeriale.

Il catalogo, opera di più estensori di fine Ottocento-primi Novecento, sebbene una sia la mano predominante nella schedatura, descrive il posseduto storico della biblioteca in relazione alle seguenti tipologie bibliografiche: codici manoscritti, incunaboli, edizioni a stampa italiane e straniere fino al secolo XIX.
Il catalogo digitale attualmente disponibile riproduce fedelmente, attraverso la scansione, le schede cartacee del catalogo storico relativo alle edizioni a stampa, organizzate in cartelle con ordinamento alfabetico. L’intero catalogo delle edizioni a stampa è composto da circa 40.000 schede.
Le intestazioni per autore e titolo, non normalizzate, offrono la forma esatta del nome o del titolo presente sulla scheda e rinviano all’immagine digitalizzata della scheda cartacea originale. Linkando sulla cartella si apre la lista di intestazioni in ordine alfabetico. Una volta selezionata la voce di interesse si accede ad una pagina in cui la voce selezionata è corredata dalla categoria cronologica e di provenienza geografica e dall’immagine, in versione anteprima. Per una maggiore completezza viene segnalata l’eventuale appartenenza dell’esemplare ad un volume miscellaneo. Il progetto di riversamento dei cataloghi storici, iniziato nel 2008, fa parte di una più ampia attività di digitalizzazione di materiali speciali e fondi storici in cui la Biblioteca Civica Romolo Spezioli è da molti anni impegnata. Il progetto è stato elaborato secondo le specifiche tecniche dettate dal Programma ministeriale di digitalizzazione dei cataloghi storici della Biblioteca Digitale Italiana (BDI), nel cui archivio le schede fermane confluiranno secondo la pianificazione calendarizzata e concordata con l’ICCU.

Per il materiale grafico (stampe e disegni) , tutte le opere sono state inserite in un database ad uso interno con ampia possibilità di ricerca. Tutte le monografie,  i periodici, - storici e correnti - e i documenti non accessibili informaticamente sono a disposizione sui cataloghi storici manoscritti e a stampa  e sugli schedoni ad uso dell’utenza disponibili presso la sede della Biblioteca.