Città di Fermo

NOTIZIE

martedì 28 maggio 2019
Tari 2019: bando per la concessione di un contributo economico a famiglie in difficoltà

Domanda entro il 31 luglio 2019. Compilabile anche on line su questo sito

Contributo del Comune di Fermo a favore delle famiglie in difficoltà per il pagamento della Tari 2019. E’ possibile inoltrare domanda per essere inseriti nella graduatoria per beneficiare di tale fondo.

 

REQUISITI PER L’ACCESSO AL BENEFICIO

 

Possono partecipare al Bando tutti i residenti nel Comune di Fermo in possesso dei seguenti requisiti: 1) siano soggetti passivi della Tari secondo quanto previsto dalla vigente normativa fiscale o, comunque, componenti dello stesso nucleo familiare relativo alla Tari per cui si chiede il contributo; 2) abbiano un reddito ISEE riferito al nucleo familiare residente coincidente con quello sul quale è stato calcolato il tributo, non superiore ad € 19.000,00; 3) siano in regola con i versamenti della Tari fino all’anno 2018; 4) ai fini dell’accesso e della formazione della graduatoria è possibile l’utilizzo dell’ISEE “attualizzato” nel caso in cui la situazione economico/familiare risulti modificata. 

 

L’importo del contributo è pari al 33% della Tari dovuta per il 2019.

 

“Si conferma questa possibilità sempre più recepita dai nostri cittadini, unitamente al baratto amministrativo, di poter avere un utile abbattimento della Tari soprattutto per nuclei con difficoltà, una Tari che di per sé è fra le più basse dei capoluoghi di provincia d’Italia, un segno di attenzione importante oltre a quello sull’abbattimento Tari per quelle famiglie con figli studenti universitari fuori sede” – ha dichiarato il Sindaco Paolo Calcinaro.

 

L’Assessore al bilancio Savino Febi ha dichiarato: “L’Amministrazione Comunale ha una visione ampia sulle situazioni di difficoltà che la propria cittadinanza è chiamata ad affrontare. Mettere a disposizione risorse è il segno tangibile di un comportamento virtuoso, più vicino al cittadino. Il contributo Tari alle famiglie in difficoltà sicuramente è una misura che va in questa direzione ed è l’elemento di garanzia nell’inclusione delle fasce più deboli della società civile”.

 

Assessore Febi che in tema di bilancio aggiunge: “il rendiconto finanziario dell’anno 2018 che di recente abbiamo approvato evidenzia risultati positivi per quanto riguarda la gestione della liquidità, non si è mai ricorsi ad anticipazioni di cassa, garantendo i pagamenti in una durata media di 10 giorni, un recupero dell’evasione fiscale di primaria importanza per 836 mila euro, un risultato di amministrazione di 8.970.000, un indebitamento in costante diminuzione passando in 4 anni da 49.500.000 a 41.400.000 euro”. 

 

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

 

La domanda potrà essere presentata dal soggetto passivo Tari o da altro soggetto purché appartenente allo stesso nucleo familiare relativo alla Tari di cui si chiede il contributo, formulata in autocertificazione, ai sensi del D.P.R. n. 445/2000, su apposito modello predisposto dal Comune.

 

La domanda potrà essere compilata direttamente dal sito ufficiale dell’Ente sul link https://www.comune.fermo.it/it/12444, oppure il modello potrà essere ritirato presso l’Ufficio Tributi del Comune o scaricato dal sito internet www.comune.fermo.it

 

La domanda dovrà essere presentata al Comune di Fermo entro il 31 luglio 2019 utilizzando una delle seguenti modalità:

 

-         compilata direttamente online sul link https://www.comune.fermo.it/it/12444;

 

-         direttamente all’Ufficio Protocollo del Comune di Fermo, in via Mazzini n. 4 nei normali orari di apertura al pubblico;

 

-         a mezzo servizio postale, con raccomandata AR, indirizzata al Comune di Fermo, Ufficio Tributi, via Mazzini n. 4, 63900 FERMO (in tal caso farà fede il timbro postale di partenza);

 

-         a mezzo posta elettronica certificata all’indirizzo protocollo@pec.comune.fermo.it 

 

La semplice presentazione della domanda non esonera dal pagamento della terza rata Tari.

morefacebook,twitter,arto,vkontakte,surfpeople