Città di Fermo

Altre notizie

NEWS

Politiche di bilancio 2018: sottoscritto il protocollo d'intesa fra Amministrazione Comunale e Sindacati

Fra i punti salienti le politiche sociali e abitative

Politiche sociali, fiscali e tariffarie, il lavoro, la sostenibilità dello sviluppo al centro del Protocollo d’Intesa sulle politiche di bilancio 2018 siglato in data odierna fra l’Amministrazione Comunale di Fermo e le segreterie provinciali di CGIL, CISL e UIL e dello SPI, FNP e UILP (che rappresentano i pensionati delle tre sigle sindacali).

 

“E’ un passo importantissimo – ha dichiarato il Sindaco Paolo Calcinaro nel presentare il protocollo -  il fatto di mantenere e incrementare risorse per le politiche sociali, per le strutture che svolgono importanti funzioni nel campo delle disabilità come Montepacini e Bottega delle Idee. E ancora: nel bilancio, che come noto è passato con tempismo record, fra le misure ci sono anche quelle sulle politiche abitative fra cui il primo accordo regionale stipulato a Fermo fra le associazioni degli inquilini e quelle dei proprietari”.

 

Come si ricorderà l’Amministrazione Comunale, infatti, per favorire gli affitti a canone concordato ha previsto un’aliquota IMU dello 0,7% rispetto ad un’aliquota ordinaria dell’1,06%, aliquota agevolata che è a favore sia dei proprietari residenti che dei proprietari non residenti. La misura intrapresa potrà essere di stimolo all’affitto di appartamenti nel centro storico anche considerata la vocazione universitaria di Fermo con la “popolazione studentesca in crescita che complessivamente raggiunge le mille unità  - ha detto il Sindaco - fra i corsi di infermieristica, ingegneria e Conservatorio”.

 

“Confermato il livello di tariffe e servizi dello scorso anno – ha aggiunto l’assessore al bilancio Savino Febi - confermate le agevolazioni Tari, il fondo di sostegno per le situazioni di indigenza, il contributo Tari per chi ha figli universitari fuori sede, il baratto amministrativo e l’esenzione dall’addizionale Irpef fino a 8.500 euro di reddito”.

 

“Uno degli accordi più avanzati delle Marche questo con il Comune di Fermo – hanno detto Maurizio Di Cosmo segretario provinciale Cgil, Alfonso Cifani segretario provinciale Cisl, Lanfranco Rocco di Cisl pensionati e Paolo Filiaci della Cgil Spi – accordo che ci soddisfa per i tanti temi trattati che vanno dagli appalti alle partecipate passando per il rilancio del commercio e del centro storico”.

 

Le misure in sintesi riguardano:

 

Politiche Sociali e Sociosanitarie

L’entità delle risorse previste a bilancio 2018 sono aumentate rispetto al 2017 in considerazione della conferma delle poste nominali e dell’accresciuta capacità di intervento dell’Ambito Sociale.

L’amministrazione istituisce un Fondo straordinario anticrisi di 90milaeuro gestito dai Servizi Sociali del comune. Il Fondo è destinato ad intervenire  per contrastare casi di nuove povertà, disagio sociale e per sostenere giovani inoccupati, lavoratori disoccupati e pensionati a basso reddito.

L’Amministrazione si impegna a realizzare la “Fondazione di Comunità”, organismo territoriale finalizzato alla programmazione dell’intervento sociale con un fondo alimentato da risorse pubbliche e private.

 

Appalti

In coerenza con il nuovo Codice degli Appalti di Servizi, Lavori e Forniture, l'Amministrazione si impegna ad adottare una corretta gestione degli appalti attraverso un Protocollo con le OO.SS

 

Tari

L’Amministrazione destina 15mila euro per l’abbattimento della tassa rifiuti a vantaggio delle famiglie di pensionati, disoccupati e altre persone in difficoltà con modalità legate all’ISEE lineare e attualizzato come introdotto già nel 2015 e, ad altri criteri riferiti allo svantaggio socio-economico.

Previsti altri 15mila euro per sgravi per famiglie con studente fuori sede  e altri 5 mila euro per famiglie residenti nei dintorni della discarica, per proprietari di aree industriali dismesse.

 

Politiche abitative

Particolari misure sono previste a favore di persone e famiglie colpite da procedura di sfratto o pignoramento per morosità incolpevole, da difficoltà nel pagamento del canone di affitto e della rata del mutuo.  L’amministrazione si impegna a sollecitare, insieme agli altri EE.LL., un mirato intervento dell’ERAP, alla costituzione dell’Agenzia sociale per l’affitto.

L’Amministrazione si impegna a verificare le condizioni per emanare un apposito bando caratterizzato da agevolazioni significative, un intervento per recupero/riqualificazione di immobili del centro storico per favorirne la residenzialità  e l’housing sociale. L’obiettivo è il recupero della vivibilità del centro storico e della socialità dei quartieri periferici.

Sono in via di approvazione le nuove graduatorie per l’assegnazione di alloggi ERAP.

L’Amministrazione si è fatta parte attiva per favorire il rinnovo degli Accordi Territoriali tra OO.SS. degli inquilini e dei proprietari per poi procedere alla stipula dei Contratti a Canone Concordato.

 

Lotta all'evasione fiscale e contributiva - Contrasto all'illegalità

L’Amministrazione si impegna a favorire, con il coinvolgimento dell’Agenzia Territoriale dell’Entrate, del comando locale della GdF e degli altri comuni,  la definizione di un Protocollo territoriale contro l’evasione, elusione fiscale e contributiva.

 

Addizionale Irpef

L'esenzione dei redditi ai fini IRPEF è confermata a 8.500 euro.

venerdì 13 aprile 2018
morefacebook,twitter,arto,vkontakte,surfpeople