Città di Fermo

Altre notizie

NEWS

Bilancio della tappa della Tirreno Adriatico a Fermo

Successo di pubblico e di visibilità del territorio

Mentre la corsa dei due mari oggi celebra il suo epilogo con la crono a San Benedetto del Tronto, a Fermo è ancora viva l’eco di un successo che ha visto la città sede di arrivo della quinta tappa domenica 12 marzo con risultati sotto gli occhi di tutti.

 

Successo di partecipazione con un grande pubblico soprattutto sui Muri (vedi FOTO Reputolo dove almeno c’erano 4 mila persone - ha detto Luca Capodaglio che ha coordinato il Comitato Tappa e Quartiere Tappa) e le iniziative collaterali in centro prima dell’arrivo (Cavalcata dell’Assunta, Ortensia, Tutto Danza, i cappelli di Montappone).

 

“Un passaggio importante quello di questa gara che ha dato visibilità al territorio - ha detto il Sindaco Paolo Calcinaro – tutto è andato in maniera strepitosa, se avessi voluto sognare la perfezione sarebbe stata questa. Un grazie alla Regione Marche che ha voluto individuare Fermo come prima città con cui stabilire un partenariato, grazie agli assessori Scarfini e Torresi, alla Cassa di Risparmio di Fermo spa, alla Camera di Commercio di Fermo, ai consiglieri comunali, alla Cavalcata dell’Assunta, alla Polizia Municipale, all’Asite e alle società ciclistiche GS Capodarco, Capodarco Bike, Fermo Bike, MG Bike, Pedale Fermano, Sace”. 

 

“Grazie per questa opportunità speciale – ha detto Alessandra Vitali Rosati, amministratore delegato di Carifermo spa – cui abbiamo aderito perché saremo stati sicuri che un evento sportivo come questo avrebbe portato una ventata di energia e positività per poter guardare al futuro”. 

 

“Bisogna continuare a sognare per questo territorio - ha proseguito Riccardo Tarantini della Giunta della Camera di Commercio di Fermo - auspicando sempre maggiore sinergia fra i Comuni senza campanilismi”.

 

“Una vittoria dello sport di tutto il Fermano, che ha dimostrato la passione del popolo sportivo e non solo, evento che auspichiamo possa trainare altri eventi di tale portata” – ha detto l’assessore allo sport Alberto Scarfini.

 

A parlare sono i numeri della tappa di Fermo che Luca Capodaglio ha fornito: “180 corridori, più di 1600 persone dell’organizzazione al seguito, più di 170 le televisioni accreditate, 22 squadre alla partenza, 150 giornalisti, 90 agenzie di stampa, la diretta su Rai Tre e Rai Sport ha avuto uno share altissimo (più della Milano-Sanremo), 2 milioni e 500 mila interazioni a livello social, oltre 12 milioni di visualizzazioni sui canali youtube e facebook. Un successo di squadra e di staff – ha aggiunto Capodaglio – successo a livello mediatico e organizzativo”.

 

Un evento per la città ed il territorio, come ricordato anche da Gaetano Gazzoli, patron del Gran Premio Capodarco, uno dei muri della tappa, più volte ricordato in tv in questi giorni e da cui Gaviria, vincitore della tappa civitanovese, proviene, e da Alessandro Fasciani del Pedale Fermano che nel 2008 ideò e organizzò la gara dei Muri Fermani e che a Foligno, un anno fa, partecipò insieme agli amministratori comunali all’incontro in cui si gettarono le basi della tappa.

martedì 14 marzo 2017
morefacebook,twitter,arto,vkontakte,surfpeople