Città di Fermo

Indicatore di tempestività dei pagamenti

(art.33, d.lgs. n.33/2013)

Estratto dal Regolamento di contabilità (approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale del 22/02/2007 n. 15)

[...]

Art. 9

Effettuazione spese e riscontro contabile

1. Le forniture e le prestazioni sono di regola disposte mediante appositi “ordini”

redatti su moduli, anche informatici, con l'indicazione delle quantità e qualità dei beni o servizi cui si riferiscono e delle condizioni essenziali alle quali le stesse devono essere eseguite ed il relativo prezzo, nonché il numero di impegno di riferimento ed il centro di costo.

2. L'ordine può essere emesso esclusivamente, salvo le diverse ipotesi di legge, in presenza di determinazione autorizzativa della spesa e dopo l'individuazione del fornitore da effettuarsi secondo quanto prescritto dai regolamenti comunali e dalla normativa vigente.

3. Tutte le fatture e le richieste di pagamento rivolte al Comune affluiscono al

settore bilancio e finanze il quale, dopo averle registrate, le trasmette entro cinque giorni all’ufficio che ha dato esecuzione al provvedimento di spesa affinché provveda alla liquidazione della stessa. Le fatture devono essere obbligatoriamente corredate di copia dell’ordine emesso dal servizio responsabile della spesa.

4. La liquidazione della spesa è effettuata entro dieci giorni dal ricevimento della documentazione da parte del settore bilancio e finanze.

5. Gli atti di liquidazione e gli altri atti dirigenziali diversi dalle determinazioni di impegno di spesa, aventi rilevanza economico finanziaria sono soggetti al mero riscontro contabile del dirigente del settore bilancio e finanze o suo delegato.

6. Gli atti di cui sopra, documentati con i giustificativi della spesa ed i riferimenti contabili, sono trasmessi al dirigente del settore bilancio e finanze il quale:

a) effettua i controlli amministrativi, contabili e fiscali sui medesimi;

b) appone il visto di riscontro contabile, nei successivi cinque giorni.

7. L’atto di liquidazione esecutivo costituisce registrazione della liquidazione sui

libri contabili.

8. Qualora il visto di riscontro non possa essere apposto, l’atto è restituito all’ufficio proponente con debita motivazione.

9. Qualora alla liquidazione debba conseguire l’emissione del mandato, l’atto del dirigente del settore preposto alla spesa contiene anche l’ordine di pagamento comprensivo di tutti gli elementi necessari all’emissione del mandato.

10. Il settore bilancio e finanze emette, di norma entro i successivi dieci giorni, il mandato di pagamento.

11. Ogni mandato di pagamento è corredato dagli atti e documenti giustificativi della spesa: determinazione del dirigente e/o atto di liquidazione, fatture e documenti comprovanti la regolare esecuzione dei lavori e delle forniture di beni e servizi; per i beni inventariabili, la fattura riporta l’apposita annotazione di “presa in carico in inventario” da parte del servizio economato o degli specifici servizi adibiti alla tenuta degli inventari. [...]

 

Indicatore tempestività dei pagamenti 2014

Indicatore tempestività dei pagamenti primo trimestre 2015

Indicatore tempestività dei pagamenti secondo trimestre 2015

Indicatore tempestività dei pagamenti terzo trimestre 2015

Indicatore tempestività dei pagamenti quarto trimestre 2015

Indicatore tempestività dei pagamenti 2015

Indicatore tempestività dei pagamenti primo trimestre 2016

Indicatore tempestività dei pagamenti secondo trimestre 2016 

Indicatore tempestività dei pagamenti terzo trimestre 2016 

Indicatore tempestività dei pagamenti quarto trimestre 2016

Indicatore tempestività dei pagamenti 2016

 

Ammontare complessivo dei debiti (2016)

 

Indicatore tempestività dei pagamenti primo trimestre 2017

Indicatore tempestività dei pagamenti secondo trimestre 2017

Indicatore tempestività dei pagamenti terzo trimestre 2017

 

Ammontare complessivo dei debiti (2017)