Città di Fermo

Città di Fermo

portale istituzionale del Comune di Fermo

Fermo internazionale

22-Teatro_Municipal_y_Plaza_PayrA__BahA_a_Blanca-copia

La città di Fermo ha al suo attivo numerosi gemellaggi e protocolli di intesa con città europee ed extraeuropee, avviati allo scopo di sviluppare la politica internazionale e favorire scambi di ordine culturale, economico e turistico.Fermo è formalmente gemellata con le città di Bahia Blanca (8 agosto 1990), di Berat (9 maggio 2006) e di Ansbach (15 giugno 2006). Bahia Blanca situata a sud-est della capitale argentina Buenos Aires, con i suoi 350.000 abitanti, tra cui numerosi emigranti marchigiani e fermani, è uno dei principali centri economici e commerciali del paese, grazie alla presenza di uno dei porti più grandi ed attrezzati del Sud America. Ansbach è città capoluogo della Media Franconia, distretto governativo nel Länd di Baviera, antica residenza dei Margravi e della dinastia degli Hohennnzollern, come testimonia ancora oggi l'antico castello dei Margravi con ventisette sale in stile Rococò.

La città è sede nel periodo estivo del rinomato festival musicale internazionale dedicato a J. S. Bach.

L'antico castello di Berat, denominato dai romani Albanorum Oppidum, è un “archivio di pietra unico”, con monumenti in stili architettonici e contributi di epoca romana, bizantina, albanese ed ottomana, segno evidente della supremazia culturale ed economica della città, nota anche per le pregiate collezioni del museo iconografico nazionale. Il gemellaggio con la città di Ansbach si inserisce nel contesto di scambi europei già attivati con altre nazioni come la Svezia (Stoccolma e Falun) e la Norvegia (Isole Lofoten).

Inoltre ripercorrendo le rotte di Cristoforo Colombo verso la Spagna è nato il rapporto tra Fermo e la Diputación di Valladolid, città in cui il navigatore genovese morì nel 1506. Fermo conserva tra le raccolte della Biblioteca civica la pregiata “Epistola de su gran descubrimiento”, incunabolo del 1493 tra i sette esistenti al mondo, che è stata la premessa per rapporti con la città di Valladolid e con la Fundaciòn Museo de Las Ferias di Medina del Campo.